Stampa

ragazzi arte museo.jpgSono interessati i soggetti operanti nella filiera culturale della Città Metropolitana di Firenze e delle Province di Arezzo e Grosseto. Le scadenze per la presentazione delle domande sono fra giugno e luglio.

Firenze: Dal sostegno a progetti legati alla partecipazione attiva della comunità nell’animazione di spazi periferici urbani attraverso l’arte contemporanea e performativa, a programmi di rigenerazione urbana;

dalla ricerca di nuovi pubblici nell’ambito dello spettacolo dal vivo, all’innovazione digitale nei musei e negli archivi storici, fino al sostegno ai giovani ricercatori nell’ambito della filiera culturale e creativa.

Mostre.jpgSono quattro i nuovi bandi tematico/territoriali attivati dal Settore Arte, Attività e Beni Culturali per il 2019 per cui Fondazione CR Firenze ha messo a disposizione un contributo complessivo pari a 1,7 milioni di Euro. Sono stati presentati questa mattina, al Teatro della Pergola, alla presenza del Direttore Generale della Fondazione CR Firenze Gabriele Gori e della Responsabile del settore Arte, Attività e Beni Culturali Barbara Tosti davanti ad oltre 200 operatori del settore.

I destinatari sono i soggetti del territorio di intervento proprio della Fondazione, vale a dire Firenze con la relativa Città Metropolitana oltre ad Arezzo e Grosseto con le rispettive aree provinciali, che vengono diversamente sollecitati, in base agli obiettivi dei bandi stessi, a presentare progetti che assolvano a finalità specifiche in ambiti circoscritti e in determinate aree dei territori di intervento istituzionali.

La mostra.jpgLa creazione e l’emanazione dei Bandi Tematici, attiva a partire dal 2017 coerentemente con le indicazioni contenute del Documento Programmatico Previsionale 2017/2019, parte da un’attenta analisi dei bisogni del territorio e dei soggetti operanti nella filiera culturale locale: il fine è quello di ottimizzare le risorse a disposizione e trovare le migliori soluzioni di intervento nei settori in cui la Fondazione opera, sollecitando i richiedenti alla presentazione di progettualità più attente e mirate.

Questo strumento erogativo, infatti, si affianca al bando per la richiesta di contributi ordinari che tradizionalmente la Fondazione apre una volta all’anno verso tutti i soggetti ammissibili operanti sul territorio nell’ambito dei suoi 5 settori di intervento. Tra il 2017 e il 2018 il Settore Arte, Attività e Beni Culturali di Fondazione CR Firenze ha emanato 8 bandi tematici, raccogliendo 275 richieste di sostegno e finanziando 97 progetti (di cui il 62% nell’area fiorentina e il 19% ciascuna in quelle aretina e grossetana) per un importo complessivo pari a € 3,1 milioni di euro.

In tale ambito 29 sono state le progettualità sostenute attraverso le edizioni 2017 e 2018 del Bando SPAZI ATTIVI, dedicato a interventi di rigenerazione, recupero, riuso e riattivazione di spazi fisici già esistenti, da utilizzare per funzioni e progettualità durevoli e sostenibili, di tipo sociale, culturale e creativo e da destinare alla comunità territoriale di riferimento.

Altrettanti sono stati i progetti finanziati con il Bando NUOVI PUBBLICI, dedicato allo sviluppo di programmi di ampliamento dei pubblici (audience engagement e audience development) nel settore dello spettacolo dal vivo (teatro, danza, musica) che hanno coinvolto e che stanno ancora coinvolgendo circa 60 teatri del territorio di Firenze, Arezzo e Grosseto. Ciò ha attivato oltre 140 laboratori didattici per scuole e i giovani under 20 e interessando circa 13.000 tra studenti e giovani nelle azioni progettuali di partecipazione attiva.

Nell’ambito più specifico della valorizzazione dei musei locali sono state 20 finora le realtà premiate con il Bando LABORATORI CULTURALI per il sostegno all’aggiornamento della propria comunicazione digitale e per l’innovazione dei servizi a disposizione dell’utenza e con il Bando RESTAURIAMO FIRENZE , sempre in ambito di conservazione e tutela dei Beni Culturali, la Fondazione ha sostenuto nel 2018 il restauro e la manutenzione di 15 opere d’arte mobili di interesse storico-artistico conservate nelle chiese minori della città di Firenze. Sono stati, infine, 14 gli archivi musicali fiorentini valorizzati e catalogati attraverso il Bando MIGLIAIA DI MUSICHE, emanato nel 2017, e destinato a progetti di catalogazione di archivi di musica notata, manoscritta e a stampa del repertorio classico e popolare. 

Anche per quest’anno Fondazione CR Firenze prosegue con l’emanazione dei bandi tematici le cui “call” sono già aperte e chiuderanno tra giugno e luglio. Una delle novità di quest’anno è il Bando PARTECIPAZIONE CULTURALE che alla sua prima edizione punta a sostenere progetti legati alle arti contemporanee e performative che si caratterizzino per la loro capacità di coinvolgere attivamente la comunità locale nell’animazione di spazi urbani periferici, con azioni di partecipazione e inclusione che mettano insieme la cultura, l’arte e l’innovazione.

Per questa linea programmatica Fondazione CR Firenze ha stanziato 200 mila Euro. Il bando sosterrà attività e iniziative da realizzarsi nelle aree periferiche del Comune di Firenze e nei comuni ad essi limitrofi (Scandicci, Lastra a Signa, Bagno a Ripoli, Sesto Fiorentino, Campi Bisenzio, Pontassieve) e scadrà il 21 giugno.

È giunto alla sua 3° edizione il Bando SPAZI ATTIVI che mette a disposizione 1 milione di Euro per la realizzazione di progetti di rigenerazione, recupero e riattivazione di spazi fisici esistenti con funzioni di tipo sociale, culturale e creativo. Possono partecipare soggetti che operano nella Città Metropolitana di Firenze (ad esclusione del capoluogo) e nelle Province di Arezzo e Grosseto. Le domande possono essere consegnate fino al 19 luglio.

Il Bando NUOVI PUBBLICI, anch’esso alla sua 3° edizione, ha come obiettivo quello di sostenere progetti che prevedano nuovi modelli di inclusione, partecipazione e crescita in termini di presenze di pubblico, qualità dell’offerta e diversificazione dell’utenza nell’accesso e nella fruizione delle attività dello spettacolo dal vivo. Per questo la Fondazione CR Firenze ha stanziato 250 mila Euro. Possono fare domanda, entro il 5 luglio, i soggetti operanti nella Città Metropolitana di Firenze (ad esclusione del capoluogo) e nelle Province di Arezzo e Grosseto.

Anche il Bando LABORATORI CULTURALI, finalizzato a sostenere progetti volti al potenziamento dell’identità digitale e dei servizi innovativi dei musei locali, giunge quest’anno alla 3° edizione ma con una novità rispetto agli anni precedenti, rivolgendosi anche  agli archivi storici locali per progetti volti alla relativa valorizzazione e digitalizzazione. Sono a disposizione 250 mila Euro e possono farne richiesta entro il 10 luglio musei e archivi storici con sede nella Città Metropolitana di Firenze (compreso il capoluogo) e nei territori di Arezzo e Grosseto.

È già scaduta, invece, la “call” per il Bando RICERCATORI PER LA CULTURA (incrementato a 140 mila Euro) finalizzato alla copertura del cofinanziamento obbligatorio richiesto dal Bando Regionale “POR FSE 2014 – 2020: Assegni di ricerca in ambito culturale.

Infine, per quanto riguarda il Bando generico del settore Arte, Attività e Beni Culturali per la richiesta di contributi ordinari, la “call” sarà pubblicata il prossimo settembre, insieme a quella degli altri settori di intervento istituzionale in cui opera la Fondazione.

“La Fondazione CR Firenze è da sempre attenta alle esigenze del Settore Arte, Attività e Beni Culturali – afferma Gabriele Gori, Direttore Generale di Fondazione CR Firenze – in quanto recepisce i bisogni del territorio e le difficoltà dei soggetti operanti nella filiera culturale locale. Il nostro obiettivo è comunque quello di ottimizzare le risorse a disposizione per trovare le soluzioni migliori di intervento attraverso una partecipazione progettuale attiva da parte del territorio”.

 

Categoria: ATTUALITÀ
Visite: 405

I cookie vengono utilizzati per migliorare il nostro sito e la vostra esperienza quando lo si utilizza . I cookie utilizzati per il funzionamento essenziale di questo sito sono gia' state impostate. Per saperne di pi sui cookie che utilizziamo, vedere le Informazioni sui Cookie.

  Accetto i cookie da questo sito.
EU Cookie Directive Module Information