grosseto_panoramica.jpgLa Lilt locale annuncia la riapertura del Centro di prevenzione e diagnosi precoce di via De Amicis.

Grosseto: La sezione provinciale grossetana della Lilt, la Lega italiana per la lotta contro i tumori, in collaborazione con l'amministrazione locale ha organizzato una conferenza stampa per informare la comunità in merito alle attività in programma, operazioni naturalmente inserite nella ormai nota missione dell'associazione: promuovere il valore primario della prevenzione.

Attiva a Grosseto da trenta anni, la sezione presente nel territorio lavora nella sua opera sussidiariamente alle istituzioni pubbliche, e dopo alcuni aggiornamenti tecnici e normativi ha la possibilità di offrire ai suoi associati, nuovamente nella sua sede di via De Amicis 1, un percorso di prevenzione oncologica e di diagnosi precoce per i generi femminile e maschile. La sezione locale sta inoltre lavorando per rendere quanto prima operativo anche il Centro di prevenzione di Orbetello - Monte Argentario.

“Oggi non è possibile accettare che ci sia incoscienza e disinformazione tra le persone, quando si parla di prevenzione - afferma il sindaco di Grosseto Antonfrancesco Vivarelli Colonna -, soprattutto quando si deve sconfiggere un nemico così feroce come quello rappresentato dal tumore. Questo male può essere affrontato e sconfitto preventivamente grazie all'inestimabile operato di enti e associazioni come la Lilt, che si preoccupa e propone di vigilare sulla nostra salute, e per questo merita tutta la nostra gratitudine. Ma Lilt ci ricorda anche di essere noi stessi i protagonisti attivi di questa battaglia, conducendo uno stile di vita salubre, evitando l'eccessiva sedentarietà e monitorando il proprio stato di salute scegliendo sempre la prevenzione come arma fondamentale per vincere le neoplasie”.

La Lilt è un Ente Pubblico su base associativa che opera sotto l'Alto patronato del Presidente della Repubblica, sotto la vigilanza del Ministero della Sanità e si articola in Unioni regionali delle Sezioni Provinciali. Opera senza fini di lucro e ha come compito istituzionale primario la prevenzione oncologica. La sezione provinciale di Grosseto della Lilt è una struttura a base associativa che opera nell’ambito delle malattie neoplastiche, occupandosi di informazione, diagnosi precoce, riabilitazione e ricerca.

L'impegno della Lilt nella lotta contro i tumori si dispiega dunque principalmente su tre fronti: la prevenzione primaria (stili e abitudini di vita), quella secondaria (promozione di una cultura della diagnosi precoce) e l'attenzione verso il malato, la sua famiglia, la riabilitazione e il reinserimento sociale. Tale opportunità sarà resa operativa dai primi giorni di giugno grazie alla collaudata squadra di specialisti che svilupperanno tale programma. La realizzazione di questo percorso è stata possibile grazie all’impegno del Comitato promotore e dei volontari che hanno lavorato con grande passione.

“Il centro di via De Amicis è una risorsa importante per la città - afferma l'assessore alle Politiche sociali Mirella Milli -. Quello della prevenzione è un tema centrale per la lotta alle malattie neoplastiche, essere bene informati è il primo imprerogabile passo per vincere una battaglia che è di tutti, così come è preziosissimo il lavoro di sostegno e supporto alle famiglie e ai pazienti. Il benessere della nostra terra e delle persone che la abitano passa anche e soprattutto dal lavoro di questi enti che con determinazione e dedizione si impegnano per rendere il tumore un nemico sempre più battibile”.