Quartetto Adorno.jpgMarina di Grosseto: Chiude al Circolo 4° Stormo di Marina di Grosseto la stagione La Voce di ogni Strumento con il concerto del Quartetto Adorno.

Appuntamento domenica 19 maggio alle ore 18 dunque per l’evento finale di una rassegna che anche quest’anno ha riscosso un notevole successo registrando il tutto esaurito nella maggior parte dei concerti che il cartellone realizzato da Gloria Mazzi ha proposto.

Con questo concerto La Voce di ogni Strumento torna al Circolo 4° stormo, consolidando la sua vocazione originale di rassegna che colloca la musica in luoghi desueti, solitamente non destinati ad accoglierla, ma per questo di grande interesse, spazi pronti ad essere rimodellati proprio dalla performance musicale e dalla dimensione di condivisione collettiva di eventi speciali. 

Protagonista della serata il Quartetto Adorno, formazione giovane eppure già ampiamente affermata sulla scena musicale internazionale, composta da Edoardo Zosi (1 violino), Liù Pelliciari (2 violino), Benedetta Bucci (viola) e Danilo Squitieri (violoncello).

Il nome del Quartetto, nato nel 2015, è un omaggio al filosofo Theodor Wiesengrund Adorno che, in un’epoca di declino musicale e sociale, individuò nella musica da camera una chiave di salvezza per perpetuare un vero rapporto umano, secondo i valori del rispetto e dell’anelito alla perfezione. Il Quartetto Adorno ha ricevuto numerosi riconoscimenti della qualità artistica del proprio lavoro e musicisti quali Alfred Brendel, Paul Badura-Skoda, Miguel Da Silva (Quatuor Ysaye), il Takács Quartet, hanno espresso lusinghieri apprezzamenti per questa formazione.

Il programma del concerto che i quattro artisti terranno al Circolo 4° Stormo di Marina di Grosseto include il Quartetto per archi n. 13 in si bemolle maggiore, Op. 130 di Ludwig van Beethoven e il Quartetto No. 3, Op. 19 di Alexander von Zemlinsky, sonorità diverse a rappresentare le infinite possibilità che l’ensemble cameristico sa esprimere.

“Saluto con grande soddisfazione la chiusura di questa edizione de La Voce di ogni Strumento.” dichiara Gloria Mazzi, direttore artistico, e aggiunge: “La cospicua presenza e il calore del pubblico hanno confermato un forte interesse per la musica in tutte le sue forme.

C’è anche un po’ di nostalgia nel congedarmi dalla rassegna, ma auspico di cominciare prestissimo a lavorare a una nuova edizione e colgo l’occasione per ringraziare il Ministero della Difesa, la Provincia di Grosseto, il Comune di Grosseto, la Proloco di Grosseto, il Savoia Cavalleria, il Centro Militare Veterinario, il 4°Stormo Caccia Intercettori, il Lions Club Grosseto Aldobrandeschi, il Pasfa, Soroptimist, AscomConfConfcommercio, la Camera di Commercio Maremma e Tirreno, la Fondazione Grosseto Cultura, Agimus, e tutti gli sponsor che hanno contribuito a realizzare il cartellone di quest’anno. 

Le finalità solidali della stagione, che per noi si sono realizzate grazie all’intenso lavoro con le associazioni AVIS, AISM, ADMO, La Farfalla ed AIPAMM, sono state il motore e la spinta a fare sempre di più per operare a favore delle persone in difficoltà attraverso il meraviglioso ed universale linguaggio della musica.”

L’ingresso al concerto è ad offerta libera il cui ricavato sarà in parte devoluto alle Associazioni AVIS, AISM, ADMO, La Farfalla ed AIPAMM.

www.lavocediognistrumento.it