Enrico_rossi (1).JPGFirenze: "Andrò personalmente a Bruxelles a verificare presso la Dg concorrenza se esiste un rischio di infrazione per i finanziamenti destinati allo sviluppo dell'aeroporto di Firenze.

E lo farò dopo essermi assicurato che da parte del governo e dal ministro competente non ci siano spinte negative in direzione della dichiarazione di infrazione. Perché se questo dovesse avvenire, sarebbe una pugnalata alle spalle del progetto di ammodernamento dei trasporti e della mobilità toscana, con una perdita di finanziamenti ingenti".

Così il presidente della Regione Toscana Enrico Rossi commenta le dichiarazioni del ministro delle infrastrutture Danilo Toninelli, che oggi a Firenze ha paventato il rischio che la Commissione europea possa aprire una procedura per Peretola.

"Ho avuto un confronto franco e collaborativo con Toninelli – prosegue – e sono ancora convinto che, come il ministro dichiara, sia giusto prevedere ulteriori interventi per il potenziamento dell'aeroporto di Pisa, sul quale, se il ministro vorrà, mi riservo di avanzare alcune proposte.

Mi auguro quindi – conclude il presidente – che il dialogo con il ministro prosegua anche sugli altri temi di cui già oggi abbiamo trattato. Ho parlato con Toninelli della necessita di finanziare il sistema della portualità, su cui la Regione ha già investito 600 milioni, e di concludere definitivamente con la Tirrenica e l'ho invitato a visitare i lavori già in corso per il raddoppio della linea ferroviaria Firenze-Pistoia-Lucca su cui abbiamo già investito 250 milioni, e sui ci aspettiamo l'impegno del ministro affinché partano i lavori per il secondo lotto, a carico di Rfi".