guardia costiera.jpgPortoferraio: La Capitaneria di Porto di Portoferraio ha aperto le porte ai piccoli studenti delle classe IV e V B dell’Istituto Primario “Casa del Duca” di Portoferraio, accompagnati dalle proprie insegnanti ed accompagnatori. Il progetto nasce dalla convenzione firmata dal Comando Generale del Corpo delle Capitanerie di Porto – Guardia Costiera e l’Associazione Marevivo.

L’intesa nasce dall’idea di promuovere l’educazione ambientale e persegue, in particolare, obiettivi come la promozione di studi e ricerche sull’ambiente marino e costiero, l’elaborazione e l’attuazione di programmi congiunti di formazione, comunicazione ed educazione ambientale sulla salvaguardia delle risorse del mare ed infine a supporto di iniziative ed attività comuni, per la tutela del mare e della coste.

guardia costiera portoferraio (7).pngI giovani studenti, nel corso del primo giorno, hanno avuto modo di vedere da vicino la Capitaneria elbana, istruiti su quelli che sono i compiti istituzionali che il Corpo delle Capitanerie svolge ogni giorno. Gli studenti sono stati portati a bordo delle Motovedette a disposizione della Capitaneria di Porto di Portoferraio, accompagnati dal personale militare messo a loro disposizione che ha spiegato i compiti e le differenze tra le diverse unità.

I giovani hanno poi visitato la Sala Operativa, cuore della Capitaneria di Porto, centro nevralgico per lo svolgimento dei compiti legati alla salvaguardia della vita umana in mare e alla tutela dell’ambiente marino e costiero. Il secondo giorno i piccoli alunni sono stati accompagnati in porto dal Nostromo del porto, che ha mostrato loro i traghetti presenti in banchina, e da personale militare a terra che li ha accompagnati nella visita ai pescherecci locali. In particolare è stato visitato il peschereccio del Sig. Angelo Dell’Anna che ha gentilmente offerto la sua disponibilità per spiegare il lavoro del pescatore ai giovani allievi.