scuola professore cellulare studiare.jpgGrosseto: La professione del geometra, grazie alla tecnologia, sta cambiando. E con essa cambia anche la scuola che forma i nuovi professionisti. Con  “Progetta il tuo futuro” il Polo Tecnologico “Manetti - Porciatti” di Grosseto propone un’innovativa offerta formativa che il Collegio Provinciale dei Geometri e Geometri Laureati di Grosseto condivide pienamente.

Fra ordine professionale e scuola c’è da sempre una grande collaborazione, da quando la denominazione era Istituto Tecnico per Geometri e ancora oggi che il percorso è di istruzione  tecnica in Costruzioni Ambiente e Territorio (CAT).. La nuova denominazione sintetizza la completezza della formazione e la ricchezza delle opportunità post diploma per chi intraprende il percorso del ‘nuovo geometra’. Con il riordino degli istituti, infatti, il percorso di formazione scolastica garantisce competenze al passo con le nuove esigenze del  mercato delle professioni tecniche e dà allo studente la possibilità di un rapido inserimento nel mondo del lavoro, grazie a un ampio ventaglio di opportunità.

Nel settore edilizio il ‘nuovo geometra’ adopera tecnologie (sistemi di geolocalizzazione, drone, laser scanner, stazioni totali robotizzate, realtà virtuale, software per disegni tridimensionali fotorealistici, software BIM) per il rilievo del territorio (sia naturale sia antropico) e per la progettazione edilizia (strutturale, architettonica, impiantistica, energetica) senza dimenticare la possibilità di occuparsi della sicurezza sui luoghi di lavoro. Inoltre il ‘nuovo geometra’ può investire le proprie competenze nel campo della valutazione immobiliare come esperto estimatore sia per i privati,, sia per gli istituti di credito, o come consulente tecnico d’ufficio presso i tribunali. Inoltre il diplomato tecnico CAT ha numerose possibilità d’impiego presso la Pubblica Amministrazione (Comuni, Province, Regioni, Agenzie Del Territorio, Catasto, ANAS, Genio Civile, Istituto Geografico Militare, Enti Parco). Infine può occuparsi della gestione delle pratiche relative alle agevolazioni fiscali per l’adeguamento sismico, il risparmio energetico, la ristrutturazione.

Il confronto col mondo del lavoro nasce già a scuola dove, con i progetti di alternanza scuola-lavoro, gli studenti possono misurarsi con esperienze di progettazione sul campo. Guidati da docenti con esperienza professionale, gli studenti del percorso CAT hanno la possibilità di mettersi alla prova con problemi e sfide legati ad esigenze del territorio grossetano e di confrontarsi con le più recenti tecnologie per l’indagine e la progettazione architettonica. Fra i vari interventi nati da proposte progettuali elaborate da studenti del quinto anno CAT da segnalare il nuovo ponte ciclo-pedonale realizzato sul fiume Ombrone e l’abbattimento delle barriere architettoniche nel centro storico di Grosseto (via Galilei) e nella Cittadella dello studente.

Decisive sono le nuove tecnologie. Per questo la scuola si è dotata della strumentazione per progettare in realtà virtuale, entrando casa prima ancora di realizzarla.

La crisi ormai decennale dell’edilizia ha provocato un allontanamento dal percorso di formazione per geometra; tuttavia, l’uscita di numerosi professionisti giunti all’età pensionabile ha contribuito al riassetto del settore col conseguente aumento di richieste lavorative a cui le scuole faticano a rispondere con un’adeguata offerta di ‘nuovi geometri’. Le recenti statistiche relative al territorio provinciale di Grosseto parlano di una richiesta lavorativa di 130 diplomati CAT, ma resterà in grandissima parte insoddisfatta poiché gli studenti in uscita previsti per quest’anno sono appena 21. Quindi concludere il percorso apre concrete possibilità agli studenti.