foto1 (1).jpgGrosseto: Il tema giovani e lavoro è stato al centro dell’ultimo incontro organizzato a Grosseto  dalla Fondazione Atlante per la Maremma Onlus nell’ambito della rassegna "Tempi Moderni.

Visioni per crescere",  la scuola di formazione che la Fondazione ha creato per stimolare il dibattito e la riflessione su grandi temi sociali. Protagonista dell’evento il sociologo Domenico De Masi che, davanti alla platea gremita di studenti della Multisala Aurelia Antica ha ricordato che oggi su 100 studenti solo 16 arrivano alla laurea magistrale e che l’Italia ha una bassa percentuale di laureati sulla popolazione totale rispetto agli altri paesi UE.

“La laurea è fondamentale per trovare lavoro e avere redditi più alti”, ha spiegato il sociologo che ha aggiunto: “Nel 2030 le persone avranno più tempo libero e quindi saranno ricercate le professioni creative che offrono la possibilità di fornire servizi per impiegare il tempo libero. Professioni legate alla cultura, alle arti,  all’artigianato artistico e di qualità. La Maremma e’ un territorio a grande vocazione turistica. Gli imprenditori, gli enti pubblici  e gli attori locali dovrebbero organizzare grandi eventi per destagionalizzare e riqualificare l’offerta turistica”, ha concluso De Masi.

Gli incontri precedenti hanno visto complessivamente la partecipazione di oltre 1000 persone: oltre 600 studenti delle classi quinte e quarte dei Licei Rosmini di Scienze Umane, Economico Sociale e Linguistico; insegnanti di vari istituti scolastici e numeroso pubblico. La rassegna Tempi Moderni è iniziata il 9 novembre con l'incontro con il direttore della rivista Wired Federico Ferrazza dal titolo " La velocità del cambiamento ed i nuovi modi di comunicare" dedicato ai temi dell'innovazione e della comunicazione.

Nel secondo incontro del 16 novembre " Destra e sinistra concetti ancora attuali?"si è parlato di politica incontrando Filippo Rossi, giornalista de Il Fatto Quotidiano ed operatore culturale direttore del Festival Caffeina di Viterbo. Il 30 novembre si è tenuto l'incontro con il giornalista e scrittore Massimo Fini dal titolo " Modernità e antimodernità. Il coraggio delle opinioni".