×

Attenzione

JUser: :_load: non è stato possibile caricare l'utente con ID: 362
Stampa

Il saluto del presidente della Provincia Leonardo Marras.

Grosseto: A nome di tutta l’Amministrazione Provinciale il presidente Leonardo Marras ha salutato con gioia l’arrivo a Grosseto del nuovo vescovo, Monsignor Rodolfo Cetoloni.

Alle parole di benvenuto ha unito l’augurio di una serena permanenza nella nostra terra, convinto che il nuovo Vescovo potrà accompagnare con serenità e sicurezza il popolo della nostra Diocesi in un intenso e continuo rapporto con le Istituzioni locali.

Monsignor Rodolfo Cetoloni è nato a Badia a Roti (Bucine-­‐Arezzo) il 3 gennaio 1946, da una famiglia di origine contadina che gli ha trasmesso l’amore alla campagna e ai boschi e il piacere del lavoro. Ad Ambra, dove la famiglia si era trasferita, frequenta le elementari. Riceve la Cresima a Badia a Roti e nel 1957 parte per il Collegio serafico di Giaccherino (Pistoia), dove inizia la scuola media. Per la terza media e il ginnasio si  trasferisce al Collegio Serafico di San Romolo (Figline Valdarno) da dove sale alla Verna nel settembre 1962 per il Noviziato, dove professa i voti temporanei.
Dopo aver frequentato il liceo classico nel Convento Studentato di Colleviti (Pescia-­‐Pistoia), nel 1967 passa a Fiesole (Convento di San Francesco) e frequenta i corsi allo  Studio Teologico Fiorentino. Nel settembre del 1971, dopo la professione solenne, parte per Gerusalemme dove termina gli studi  della Teologia e  consegue la Licenza in Teologia.
Il 26 giugno 1973 è ordinato sacerdote da Mons.Ferdinando Pasini. Rientra in  Italia e frequenta il Pontificio Istituto Biblico, dove ottiene la Licenza in Sacra Scrittura con una tesi su "il passato e il presente dei cristiani nella lettera agli
Efesini" con  Romano Penna.
Sono anche gli anni dei primi impegni pastorali che svolge nella campagna romana, in una chiesetta sulla via Appia, vicino a
Capannelle.

Nel 1976 è destinato al Convento di Saione  (Arezzo) in una  popolosa parrocchia alla  periferia sud-­‐ovest della città.
Col Capitolo provinciale del 1979 è trasferito a Fiesole come Definitore (Consigliere) provinciale e incaricato dell’animazione
vocazionale.
È animatore della "marcia francescana" che dal 1980, ogni estate, si conclude ad Assisi.
Nel 1985, a 39 anni, è eletto Ministro provinciale, incarico che svolge fino al 1991.
Nel 1991  partecipa al Capitolo generale dell’Ordine a San Diego in California e dal settembre è trasferito a Fiesole con l’incarico di Vicario Provinciale (1991-­‐1997), Maestro dei  Professi temporanei e Guardiano (1994-­‐2000).
Con l’iniziativa del gemellaggio tra la Diocesi e Betlemme viene incaricato dal Vescovo di Fiesole come Delegato.
Il 25 marzo del  2000, Annunciazione del Signore, il Sommo Pontefice Giovanni Paolo II lo nomina Vescovo di
Montepulciano-­‐Chiusi-­‐Pienza. La nomina avviene mentre sta per recarsi  in pellegrinaggio in Terra Santa.
Il 20 maggio 2000, nella Cattedrale di Fiesole, riceve la consacrazione episcopale dal Cardinale di Firenze Silvano Piovanelli,
dal Vescovo diocesano Luciano Giovannetti, dal  Vescovo emerito di Montepulciano Alberto Giglioli.
Inizia il suo ministero pastorale nella Diocesi di Montepulciano-­‐Chiusi-­‐Pienza il 4 giugno 2000, Solennità  dell’Ascensione
del Signore.

 

Categoria: ATTUALITÀ
Visite: 2445

I cookie vengono utilizzati per migliorare il nostro sito e la vostra esperienza quando lo si utilizza . I cookie utilizzati per il funzionamento essenziale di questo sito sono gia' state impostate. Per saperne di pi sui cookie che utilizziamo, vedere le Informazioni sui Cookie.

  Accetto i cookie da questo sito.
EU Cookie Directive Module Information