Grosseto: I mandorli cominciano addirittura a fiorire ma tutte le coltivazioni sono in grande anticipo  per un mese di gennaio caldo e siccitoso che smentisce i proverbi anche nei giorni della merla  e conferma la tendenza ai cambiamenti climatici. E’ quanto emerge da un monitoraggio della Coldiretti che sottolinea come a gennaio le temperature massime siano ben al sopra della media mentre le precipitazioni sono ridotte del 12 % secondo le elaborazioni su dati Ucea relativi ai primi venti giorni del mese.

geotermia (3).jpgVengono finalmente al pettine i nodi delle critiche e delle denunce dei comitati, bollati per anni come allarmisti e terroristi.

Forse non è la vittoria finale contro la geotermia speculativa e inquinante, ma quel che sta succedendo in questo primo scorcio del 2018 fa ben sperare.

Continuano a cadere i tabù che da sempre erano considerati inviolabili:

la bandiera di fare verde.jpgFare Verde: "Serve un'azione dell'Italia con Unione Europea e Paesi Mediterraneo"

La plastica è il rifiuto più invadente sulle spiagge italiane. Per questo l’associazione ambientalista Fare Verde chiede al Governo Italiano di farsi promotore di un’azione coordinata con l’Unione Europea e le Nazioni che si affacciano sul Mar Mediterraneo.

spiaggia follonica.JPGFollonica: La pineta di Follonica, specialmente quella di ponente, sta morendo… Accertato che la vecchiaia e il matsococcus ci lasceranno a breve, tempo pochi anni, al sole cocente senza l’ombra alla quale eravamo da sempre abituati, sarebbe il caso di mettere in campo una serie di interventi che, nonostante l’incarico affidato all’università di Firenze, tardano a manifestarsi.

Scansano: Parte da Scansano l’appello alla Regione Toscana perché ogni decisione sia rinviata alla conclusione della mappatura delle Aree Non Idonee, già in discussione in Regione, e all’attuazione di quanto prescritto dal Decreto Legislativo 152/2006 in materia di mappatura e protezione delle falde acquifere.
La mozione, indirizzata alla Giunta Regionale Toscana e ai gruppi consiliari è stata approvata all’unanimità al termine di una partecipata conferenza pubblica organizzata dalla Rete Nogesi e dal Comitato Scansano Sos Geotermia, tenutasi sabato nella Sala del Consorzio Tutela del Morellino di Scansano.

Roberto Barocci per il Forum Ambientalista Grosseto replica a Scarlino Energia.

Grosseto: "La legge - scrive Roberto Barocci per il Forum Ambientalista Grosseto - stabilisce che: “Gli impianti di incenerimento devono essere progettati, costruiti, equipaggiati e gestiti in modo tale che, dopo l'ultima immissione di aria di combustione, i gas prodotti dal processo di incenerimento siano portati, in modo controllato ed omogeneo, anche nelle condizioni più sfavorevoli, ad una temperatura di almeno 850 °C per almeno due secondi. Tale temperatura é misurata in prossimità della parete interna della camera di combustione...”.

Potatura drastica Forte San Rocco - 05.jpgIntervento dell'Associazione Grosseto al Centro sulla gestione del verde nel comune di Grosseto

Grosseto: Rilevando con favore l’impegno dell’Amministrazione Comunale nella bonifica dell’area circostante il Forte di San Rocco a Marina di Grosseto, non nascondiamo le nostre perplessità sulle condizioni di alcuni alberi capitozzati visibili nel video e nelle foto pubblicate sul suo profilo facebook. Un intervento di potatura così drastico può costituire un danno irreversibile per lo sviluppo della pianta e, in futuro, un pericolo per l’incolumità dei passanti e una maggiore spesa per la collettività. Perché?

Grosseto: In riferimento all’azione della procura di Grosseto inerente le tecnologie geotermiche, la situazione emissiva e la sostenibilità dei sistemi geotermici riconducibili alle due centrali di Bagnore 3 e Bagnore 4 nel territorio comunale di Santa Fiora, Enel Green Power si rende disponibile a tutte le verifiche e i controlli del caso e precisa quanto segue: 
le tecnologie adottate da Enel Green Power a Bagnore sono ad oggi le Migliori Tecnologie Disponibili (MTD) per i campi geotermici italiani, caratterizzati da alta entalpia.

Grosseto: Massimo Montemaggi, legale rappresentante di Enel Green Power è indagato per ipotesi di reato, in relazione alle emissioni fuori norma delle centrali geotermiche di Bagnore sul monte Amiata.
Il GIP di Grosseto dr. Mezzaluna ha ammesso l’incidente probatorio affidando l’incarico al perito. "Oggetto della perizia - si legge nella nota di Forum Ambientalista Grosseto, SOS geotermia, Rete nazionale NoGESI - sono la conformità o meno alla normativa di settore delle emissioni relative agli inquinanti Ammoniaca e Mercurio e l’ adozione di ENEL delle migliori tecnologie disponibili per contenere l’attività inquinante.

larderello-geotermia-energia.jpgMontemaggi, Amministratore di Enel Green Power, indagato per le emissioni delle centrali geotermiche in Amiata. Il GUP ammette l’incidente probatorio sulle emissioni; al Parlamento europeo si prende atto che la geotermia non sempre è pulita e rinnovabile. 

Monte Amiata: Massimo Montemaggi, legale rappresentante di Enel Green Power è indagato per ipotesi di reato, in relazione alle emissioni fuori norma delle centrali geotermiche di Bagnore sul monte Amiata.

Interviene l'europarlamentare del M5S Dario Tamburrano.

"Nell’articolo “La geotermia come energia rinnovabile e pulita” - scrive il parlamentare europeo del M5S Dario Tamburrano -, il signor Giacomo Termine, sindaco di Monterotondo Marittimo, attacca il M5S per la nostra azione tesa ad aprire la strada ad una legislazione UE sulle emissioni delle centrali geotermiche e ci accusa di aver compiuto “una scelta retrograda” e “non fondata su dati scientificamente validi”.