bandiera-legambiente.jpgGentili e Tognetti  “Quelle proposte da Legambiente sono idee progettuali che ci auguriamo possano trovare applicazione pratica nel PUMS della Città di Grosseto.”

Mercoledì 31 ottobre alle 14.30 incontro con il reparto dei carabinieri con funzioni di vigilanza, prevenzione e repressione delle violazioni ambientali, ma anche con Ispra, fondazione Caponnetto, Legambiente Toscana. Il presidente Giacomo Giannarelli annuncia sopralluoghi e interventi su cessioni di quote a privati.

Firenze: Procedono a ritmo serrato i lavori della “commissione d’inchiesta in merito alle discariche sotto sequestro e al ciclo dei rifiuti”, presieduta da Giacomo Giannarelli (M5s).

Si tratta di un provvedimento epocale oltre che di un grande obiettivo raggiunto anche grazie all’azione di Legambiente che in questi anni si è fortemente impegnata in tal senso.
Gentili: “Serve dare un segnale significativo per contrastare questo fenomeno. Bene la decisione dell’europarlamento ma per guardare al futuro con speranza serve un impegno collettivo costante e sempre più forte.”

scarlino_inceneritore.jpgScarlino: Legambiente torna sul tema dell’inceneritore di Scarlino a seguito della decisione dell’amministrazione comunale di Follonica  di procedere con il ricorso al TAR contro la delibera della Regione Toscana.

inceneritore di scarlino3.jpgFollonica: Il Comune presenterà ricorso al Tar contro la delibera della Regione Toscana dello scorso luglio che autorizzava al funzionamento l'inceneritore di Scarlino.

festambiente 2018 no plastica (2).JPGLegambiente: “Tutti i comuni del territorio mettano in campo azioni per combattere l’utilizzo della plastica.”

Gentili: “L’auspicio è che nell’immediato futuro tutto i comuni della provincia di Grosseto facciano altrettanto, rendendo la Maremma un territorio sempre più eco-sostenibile.”

Grosseto: La lotta alla plastica è una delle priorità di Legambiente e se, da una parte, i risultati raggiunti non sono affatto trascurabili, dall’altra è necessario tenere conto del fatto che la strada da fare è ancora lunga.

Angelo Gentili Legambiente.jpgGentili: "Traguardo importante che premia il grande sforzo fatto in questi anni da Legambiente e da tutto il centro nazionale di Rispescia",

“La pratica di Festambiente fa scuola a livello nazionale e diventa un modello per eventi e manifestazioni”.

Grosseto: La Maremma al vertice della classifica degli eventi sostenibili grazie a Festambiente che ottiene un importante riconoscimento nell'ambito del forum CompraVerde Buy Green che si è svolto in questi giorni a Roma in collaborazione con Green Fest. A Festambiente è stato assegnato il premio CulturainVerde, dedicato alle manifestazioni di carattere culturale che rappresentano un'eccellenza dal punto di vista ecologico.

roberto barocci.JPGGrosseto: “I dati pubblicati dall’ISTAT, sulla efficacia del lavoro delle Procure italiane nella repressione dei reati contro l’Ambiente sono impressionanti.

fiume-bruna.jpg22 Ottobre l'intervento del Consorzio 5 Toscana Costa in merito alla gestione del rischio idraulico, 24 Ottobre presentazione dell'intervento di riqualificazione fluviale del Cornia

Grosseto: Dal 22 al 26 Ottobre a Bologna si terrà il IV Convegno Italiano sulla Riqualificazione Fluviale organizzato dal CIRF, Centro Italiano di Riqualificazione Fluviale, in collaborazione con la Regione Emilia e il Consorzio di Bonifica dell'Emilia Romagna.

bidoni-raccolta-differenziata-rifiuti.jpgGentili: “Non possiamo continuare ad essere il fanalino di coda della Toscana. La raccolta differenziata deve diventare una priorità per il capoluogo e per tutti i comuni della Maremma.”

Servizio Sei Toscana2.jpegARRR (Agenzia Regionale Recupero Risorse) ha pubblicato i dati relativi al 2017

Grosseto: Come ogni anno la Regione Toscana ha pubblicato i dati che certificano per ogni Comune le percentuali di raccolta differenziata raggiunte. I dati appena pubblicati da ARRR (Agenzia Regionale Recupero Risorse) si riferiscono alle raccolte differenziate dell’anno 2017 e rilevano nel territorio dell’Ato Toscana Sud (province di Arezzo, Grosseto e Siena e i sei comuni livornesi della Val di Cornia) una percentuale di raccolta differenziata del 39,4% con un aumento di 1,2 punti rispetto al 2016, interrompendo una lunga fase di stagnazione delle performance di raccolta differenziata.