Prato: Estra S.p.A. ha acquisito il 12% di Ecolat S.r.l., società attiva nel settore dei servizi ambientali e ciclo dei rifiuti in Toscana.

Ecolat S.r.l. è titolare di un impianto di selezione e valorizzazione dei rifiuti provenienti dalle raccolte differenziate multi-materiale dei Comuni nelle province di Grosseto, Arezzo, Prato e Firenze, è gestore nella stessa area del Centro di raccolta del Comune di Grosseto e di una piattaforma di stoccaggio di rifiuti recuperabili urbani ed è inoltre proprietaria di una partecipazione in Servizi Ecologici Integrati Toscana (SEI Toscana S.r.l.).

E’ stato prodotto all’impianto Futura SpA di Strillaie il primo lotto di compost dalla frazione organica dei rifiuti differenziati, con le caratteristiche idonee all’uso in agricoltura biologica.

Grosseto: Dopo il marchio di Qualità ottenuto dal Consorzio Italiano Compostatori per l’ammendante compostato, ottenuto dal processo di compostaggio della frazione organica dei rifiuti provenienti all’impianto delle Strillaie dalle raccolte differenziate dei comuni della provincia di Grosseto e della Val di Cornia, adesso Futura SpA ha ottenuto anche la registrazione nell’apposito registro fertilizzanti SIAN

rifiuti.jpgIl Sindaco: “Necessario intervenire con mano ferma nei confronti di chi non ha nessuna intenzione di collaborare.

Monterotondo Marittimo: Pugno duro del Comune di Monterotondo Marittimo nei confronti di chi, soprattutto nelle campagne, non intende fare neppure un minimo sforzo per adottare le corrette pratiche di conferimento e separazione dei rifiuti, continuando ad inquinare e a far crescere i costi di smaltimento in discarica. Da qualche mese il Comune di Monterotondo Marittimo ha avviato la raccolta domiciliare nel centro abitato, mentre nel territorio aperto ha introdotto la raccolta di prossimità, ossia una raccolta differenziata tramite contenitori stradali di prossimità, di diverse dimensioni e colore differente a seconda delle tipologie di rifiuto.

festamiente.jpgAl Bagno Nettuno una conferenza sui temi della plastica in mare, economia circolare e buone pratiche di ecologia quotidiana. Presentati i dati sulla marine litter della costa maremmana: più del 90% dei rifiuti è costituito da plastica.  La marine beach litter, l’emergenza rifiuti in mare e sulle spiagge, è una delle tematiche fondanti della recente scena politica europea, a cui il festival di Legambiente ha deciso di dedicare il secondo appuntamento con #AspettandoFestambiente, un ciclo di incontri per iniziare a festeggiare fin da subito il trentennale della manifestazione che si terrà dal 10 al 19 agosto.

Marina di Grosseto: Una mattinata all’insegna delle buone pratiche di ecologia quotidiana economia circolare e lotta alla plastica in mare, quella di venerdì 27 luglio al Bagno Nettuno a Marina di Grosseto, alla quale ha partecipato anche Simona Petrucci, Assessore all’Ambiente Comune di Grosseto.

Domenica 29 luglio, dalle 8:30.

Pitigliano: Visita guidata a piedi alle vie Cave di Pitigliano, domenica 29 luglio, accompagnati dai Custodi delle vie Cave.
Il ritrovo è alle 8:30 a Pitigliano, al parcheggio sulla provinciale che collega il paese con Sorano. Il rientro è previsto per l’ora di pranzo.
Sono consigliate scarpe da trekking, cappello per il sole e acqua.

 

meteo maltempo temporale.jpgFirenze: Una serie di infiltrazioni di aria fresca favoriscono condizioni di moderata instabilità con l'arrivo di locali temporali su gran parte della Toscana nei pomeriggio di oggi, venerdì 27 luglio.

Per questo la Sala operativa unica della Protezione Civile regionale (Soup) ha emesso un codice giallo sulle zone interne di tutta la Toscana a partire dalle ore 13 di oggi venerdì 27, fino alle 20.00.

Grosseto: “La Tari, la tassa sui rifiuti, continua a rappresentare un peso insostenibile per le imprese del nostro territorio”. Confcommercio Grosseto torna a lanciare un grido d’allarme, che si allinea con gli indirizzi della Confederazione a livello nazionale.

Intervista ad Andrea Sforzi membro del Consiglio direttivo di ECSA (Associazione Europea di Citizen Science) e direttore del Museo di Storia Naturale della Maremma.

Grosseto: In questa intervista ad Andrea Sforzi, membro del Consiglio direttivo di ECSA (Associazione Europea di Citizen Science), Arpat dopo aver affrontato i principi alla base della citizen science e le prospettive in ambito nazionale ha indagato le esperienze che in questo campo ha realizzato il Museo di storia naturale della Maremma, di cui Sforzi è direttore.

Il corridoio tirrenico va completato attraverso  l’adeguamento dell’Aurelia eliminando i tratti pericolosissimi a due corsie e realizzando da nord a sud un’arteria a quattro corsie.

Grosseto: “Dopo la recente presa di posizione all’unanimità del Comune di Grosseto per chiedere con forza il completamento del corridoio tirrenico, è quanto mai necessario che si provveda al più presto a riprendere il percorso lasciato incompiuto di adeguamento della statale Aurelia e che trova l’approvazione di tutte le amministrazioni locali coinvolte dal tracciato”, questa la nota di Legambientesul tema.

Scarlino: Sono state consegnate ai concessionari delle spiagge del Comune di Scarlino e del Porto le bandiere delle 5 vele di Legambiente. Anche quest'anno Scarlino ha infatti ottenuto questo prestigioso riconoscimento rientrando nei parametri richiesti, in particolare quelli ambientali.

Monte Argentario: C’è anche un monumento dell’Argentario tra i luoghi del cuore del FAI. Luoghi italiani che possono essere votati sull’apposito sito internet per garantirne la salvaguardia e l’integrità future.

Il Fondo Ambiente Italiano ed il Comune di Monte Argentario presentano in questa edizione della conosciutissima campagna a sostegno del patrimonio nazionale la Torre di Capo d’Omo che potrà essere votata dalla home page del sito www.iluoghidelcuore.it