Siena: L’Assemblea  di   ATO   Toscana   Sud,   riunitasi  sotto   la   presidenza   del   Sindaco  di   Arezzo Alessandro  Ghinelli,  con  la  partecipazione  della  Presidente  del  Consiglio  Direttivo  Alessandra Biondi  Sindaco  di  Civitella Paganico  e del Direttore  Generale Paolo  Diprima ,ha approvato  a  larga maggioranza  le  tariffe rifiuti 2020 calcolate  secondo  il  nuovo  Metodo dell’Autorità nazionale ARERA.

Si  è così completatoentro  la  scadenzadi  legge  del  31  dicembre  un  lungo  percorso,che  ha coinvolto tutti  i  Comuni  e  in  particolare  il Consiglio  Direttivo  e gli  uffici  di  ATO,finalizzato all’introduzione delnuovo complesso sistema di calcolo delletariffe rifiutistabilito da ARERA.Rispetto  al  2019,  l’applicazione delnuovo  Metodo ha  comportato  un  incremento  complessivodi 2,8 milioni del Corrispettivod’Ambito applicato al complesso dei 104 Comuni che vi appartengono, interamente attribuibileal gestoreSEI Toscana mentre il costo degli impianti è rimasto invariato.Sul  totale  del  Corrispettivo  d’Ambito,  pari  a  162  milioni,l’aumento sul 2019  è pari  all’1,7%, conpunte massime di crescita del 6%in alcuni Comuni.La  determinazione  di  ATO  Toscana  Sud viene ora inviata  all’Autorità ARERAper la  definitiva approvazioneche  si  rifletterà  sulla  TARI  del  2021, mentre  la  TARI  2020  è  rimasta  invariata  sul 2020.

Nell’Assemblea si è anche data ampia informativa  delricorso  presentato  da  SEI  Toscana  al Tribunale   di   Milano impugnandoil   calcolodelletariffe   da   parte   di   ATO, contestando l’interpretazione da  essa  data  del  Metodo ARERAe  chiedendo  una consistente revisione  delle tariffe pari a circa 10 milioni annui.L’approvazione delle  delibere è  stata  accompagnata  dalla  pressochè  unanime condivisione daparte  dell’Assemblea di due importanti  ordini  del  giornodi  cui  il  primo impegna  l’Autorità ad adeguarsi  agli  esiti attesi  da  ARERA  su un  parere richiesto  daunComunedell’Ambito sulla possibilità   di   applicare   parametri   di   efficienza   ed   economicità   nelladeterminazione   del corrispettivo da riconoscere al gestore.Il secondo sollecita un  intervento  fortein  tutte  le  sedi  competenti,  valutando  ogni  iniziativa percorribilea tutela della comunità locale, a cominciare da un percorso con il gestore finalizzato arenderne efficiente la gestione e calmierare l’aumento dei costi a carico dei cittadini, ma attivando nel contempo lo studio di percorsi strategici, anche presso la Regione Toscana e le amministrazioni comunali,  per  rendere  fattibili  nel  medio  termine ipotesi  alternative  qualora  non  si  dovesse pervenire ad un intesa con l’attuale concessionario.

L’Assemblea ha anche approvato il Bilancio e il rinnovo delle convenzioni perl’utilizzo degli impianti diSiena Ambiente