Stampa
Categoria: AMBIENTE
Visite: 324

giardino Sacro Cuore olmo (1).JPGGrosseto: "Accogliamo con fiducia le parole del sindaco comparse su Il Tirreno di oggi a proposito degli olmi di Piazza Galeazzi. Quel piccolo giardino dove bambini, nonni, studenti e pensionati spesso sostano e si incontrano all’ombra dei grandi olmi è un angolo verde della città, un piccolo fiore all’occhiello che va preso a cuore", così apre la nota di Grosseto al Centro.

"Alcune piante, - prosegue la nota - purtroppo danneggiate da ripetuti tagli e pericolose capitozzature che hanno provocato l’ingresso di patogeni e malattie, come riportato dalla perizia effettuata, dovranno essere abbattute per la sicurezza di chi frequenta il giardino.

Invitiamo il sindaco e l’amministrazione comunale a fare tesoro di questa esperienza. Gli alberi cittadini, specialmente quelli adulti e nel pieno della loro funzione ecologica, vanno protetti e tutelati come patrimonio della città e dei grossetani perché essenziali per la nostra salute e per la qualità della vita: proprio gli alberi infatti ci danno ossigeno, ombra e riducono la presenza di inquinamento e particolato, rischi concreti per la sicurezza dei cittadini.

Evitando le pratiche errate e i tagli impattanti che purtroppo vediamo perpetrare in ogni angolo della città e in ogni stagione su alberi e arbusti, rispettando il Regolamento del verde del comune di Grosseto - che spesso da altri comuni viene citato e preso ad esempio come regolamento virtuoso - intervenendo là dove necessario con le possibili alternative tecniche agli abbattimenti, controllando e formando personale specializzato che sia in grado di condurre interventi di potatura migliorativi e che non creino danni irreparabili alle piante cittadine, è in questo modo che gli interventi effettuati per la sicurezza saranno tali e saranno fatti con lo scrupolo e il senso civico di chi ha a cuore il benessere della città.

Giovedì 15 ottobre la proposta della Consulta del Verde in commissione consiliare: La proposta di istituzione della Consulta del Verde per la Città di Grosseto approda nuovamente in commissione giovedì 15 ottobre, alle ore 12, presso la sala consiliare al primo piano del palazzo comunale. Promossa dalle locali associazioni Grosseto al centro, Impronta verde, Dritti alla meta, Coordinamento comitati e associazioni ambientali Grosseto, ISDE medici per l’ambiente, Forum ambientalista, Italia nostra e Wwf, la proposta era già stata portata in commissione grazie alle firme di un centinaio di cittadini. Durante tale riunione Grosseto al centro aveva argomentato alcune proposte di modifica nell’intento di risolvere le osservazioni riportate dai competenti uffici comunali. Fatte proprie le indicazioni espresse dal Presidente del Consiglio comunale, dal Segretario comunale e dai Commissari intervenuti durante il confronto avevamo ritirato il testo iniziale riproponendolo all’attenzione di tutti i Consiglieri comunali affinché lo ripresentassero al parlamento cittadino. Tredici consiglieri - Francesca Amore, Manuele Bartalucci, Anna Paola Birigazzi, Rinaldo Carlicchi, Ciro Cirillo, Marilena Del Santo, Carlo De Martis, Marco Di Giacopo, Daniela Lembo, Lorenzo Mascagni, Gianluigi Perruzza, Antonella Pisani e Catuscia Scoccati - hanno raccolto l’istanza popolare presentando la nuova proposta e, finalmente, questa settimana verrà discussa durante la riunione della Quarta commissione consiliare.

Se istituita, la Consulta del Verde - alla quale potranno partecipare le associazioni, i professionisti, figure del mondo scientifico e della scuola, potrà offrire in maniera completamente gratuita contributi utili al Comune di Grosseto nella gestione, tutela e valorizzazione del verde cittadino, anche avvalendosi di un comitato scientifico. La sua istituzione costituirà un gesto concreto di chi ha a cuore la sicurezza, il verde e il benessere della cittadinanza", così termina la nota.

I cookie vengono utilizzati per migliorare il nostro sito e la vostra esperienza quando lo si utilizza . I cookie utilizzati per il funzionamento essenziale di questo sito sono gia' state impostate. Per saperne di pi sui cookie che utilizziamo, vedere le Informazioni sui Cookie.

  Accetto i cookie da questo sito.
EU Cookie Directive Module Information