Gianni Mancini

Grosseto: Maremmanews, vent'anni, tanto è il tempo passato da quando è nato il primo quotidiano on line della Maremma. Scorreva un caldo giorno nel mese di settembre del 2000, l'anno dell'Euro, quando decollava una nuova testata giornalistica da me diretta con a fianco l'editore Enrico Giacomelli.

Ricordo quando demmo la notizia ai colleghi della carta stampata. Fummo giudicati dei folli perché a dire loro la novità non avrebbe sfondato, invece il successo arrivò e molto presto.
Ero uscito da una lite con Il Tirreno che Enrico Giacomelli mi offrì l'opportunità di dirigere la testata Maremmanews.it, non ci pensai due volte e facemmo partire il progetto.
Vent'anni di successi, vent'anni di storia, maremmana e non.

Primo atto, la registrazione in Tribunale della testata, poi al lavoro, nella sede della redazione ubicata presso la GL Informatica in via Roma. Oltre al direttore, della redazione faceva parte anche Annaletizia Catera, mia moglie, che ci ha lasciati nel 2009 volando in cielo.
Il lavoro era già impegnativo con la cronaca locale e ci accreditammo al Comando dei Carabinieri, Polizia di Stato e Vigili Urbani. Questo in Grosseto, ma ci accreditammo anche in provincia per il notiziario giornaliero.
L'editore aveva stabilito un compenso, non molto, ma ero soddisfatto perché mi piaceva.
Seguivamo lo sport, il calcio ed il rally nonché la formula 1. Impegno maggiore era la realizzazione della prima pagina con le chiusure delle notizie importanti. C'era grande interesse per il “giro” della nera ed anche per seguire i grandi avvenimenti  come inviato.

Poi arrivò il viaggio a Londra, con la mia famiglia, quindici giorni meravigliosi fino alla fine dell'anno. Quale occasione migliore per seguire gli avvenimenti londinesi? Anche quelli tragici, come la morte della regina madre che mi permise di fare molti servizi e dare un certo lustro a Maremmanews.it.
Poi il ritorno in Italia, lasciando a malincuore il regno unito che non conoscevo personalmente, e per la testata. I servizi da Londra furono per me una grande gioia e anche per la testata.

Tornammo alla vita i tutti i giorni, negli anni a seguire, portando sempre di più alla ribalta la testata con grande soddisfazione di noi tutti, dalla redazione all'editore. Non mancarono momenti belli come i campionati europei giovanili di atletica leggera nel 2001, ma anche le cose negative, come la perdita improvvisa della mia adorata moglie. Arrivarono poi altri impegni giornalistici, il mio ingresso ad Autosprint. Maremmanews.it stava crescendo e ne aravamo tutti quanti felici, gli impegni di lavoro mi imposero però di lasciare la direzione, con un certo rammarico, a Roberta Filippi attuale direttore.

Un doveroso ringraziamento all'editore per la fiducia concessami, gli sarò sempre grato.

Grazie MaremmaNews.it.